Indice

Le mie impressioni su Yasuko, dicembre 2001

Per la prima volta ho incontrato una ragazza giapponese e ne sono rimasto talmente colpito, che alle quattro di notte sto qui a scrivere invece di andare a dormire, si sa, le emozioni si descrivono meglio se non si lascia passare molto tempo da quando le si prova.
L'avevo vista solo in foto, ma non mi aspettavo che fosse così, lei rispecchia il tipo di ragazza di cui potrei innamorarmi, è molto bella, i suoi occhi poi riescono ad incantarmi ed ha un sorriso che trascina, una ragazza così socievole ed allegra che non posso fare a meno di voler già bene. Una ragazza trasparente che sembra non nascondere i propri sentimenti ed il proprio modo d'essere, una ragazza ideale.
Quasi ho paura a starle vicino, se dovessi innamorarmi di lei, quando andrebbe via, mi si spezzerebbe il cuore.
La vita è strana a volte, ci fa conoscere persone che poi si allontaneranno da noi e magari spariranno in un mondo lontano dal mio.



E' solo la seconda volta che la vedo in vita mia, ma stranamente non riuscivo a staccarle gli occhi di dosso, in quel suo sguardo, nei suoi occhi era racchiusa tanta dolcezza, allegria e tristezza allo stesso tempo.
Non credo che mi dimenticherò di lei tanto facilmente, se chiudo gli occhi e provo a pensare, riesco a vedere nitida l'immagine del suo volto, del suo magnifico sorriso pronunciato da splendide labbra.
Ho solo paura che tra un po' lei andrà via e chissà se la incontrerò mai più nella mia vita, è triste dover conoscere delle persone del genere per poco tempo, e sapere che a breve se ne andranno e che soffrirai per la loro mancanza.
Di sicuro non riuscirò mai più a dimenticarla.



MARIO APREA

Ultime riflessioni
Ultimi racconti
Ultimi diari di viaggio