Indice

I sogni - Riflessione del 10/10/2001

Chissà perchè ogni giorno della mia vita mi ritrovo a pensare alle stesse identiche cose, prendo questa vita cosÏ com'è e non mi aspetto altro.

Ogni giorno vado a lavorare e cerco di fare il mio lavoro, e ogni tanto alla sera esco con gli amici o vado a fare qualche partita di calcetto, il weekend poi arriva e passa senza neanche che me ne accorga.

Dove sono finiti i miei sogni? Sono sempre li nel cassetto, pronti per essere realizzati, ma non è facile realizzare i propri sogni.

Da bambino sognavo di fare l'astronauta o l'archeologo, e chi non l'ha sognato... ma cresendo mi sono ritrovato a fare il programmatore, e quei sogni tanto desiderati si sono trasformati in qualcosa di più concreto, non di impossibile ma comunque difficile. Adesso non sogno più di diventare ricco, perchè ho capito quanto siano più importanti altri valori nella vita, come l'amicizia, l'amore e quindi la felicità.

Il mio più grande sogno è quello di trovare una ragazza che s'innamori di me, e che io possa amare tanto da dedicargli tutta la mia vita, io ho sempre creduto nell'amore, ma fino ad oggi altro non ha fatto che farmi soffrire.

Nel mio sogno vorrei anche cambiare nazione, non perchè l'italia non mi piaccia, ma perchè da sempre ho sognato di andarmene a vivere in Giappone, una terra cosÏ lontana e diversa dalla nostra, ma talmente affascinante, con la sua capacità di unire la tecnologia e la tradizione. Magari riuscissi ad andarci a vivere e riuscire a trovare la mia anima gemella proprio li, tra quelle bellissime ragazze con gli occhi a mandorla, cosi dolci e gentili che non posso fare a meno di immaginare come mia donna ideale.

Ma mi sono reso conto che i sogni sono belli poichè rimangono tali, quasi nessuno riesce a realizzarli, quando ci si rende conto di essere cresciuti si capisce che quei sogni resteranno li nella nostra mente, mentre ci abitueremo e rassegneremo alla vita che ci viene imposta.

Spesso mi chiedo se davvero, ogni giorno della mia vita, mi impegno e mi sono impegnato con tutte le mie forze per riuscire a realizzare i mei sogni e mi rendo conto che ho fatto pochissimo, che sono rimasto fermo ad aspettare...
Molto spesso è questo errore quello che ci condanna a restare nella nostra situazione, il fatto di restare ad aspettare che i nostri sogni si avverino da soli... niente nella vita ci verrà servito su di un vassoio.

Ed è per questo che sono quasi sempre triste, mi rendo conto di non essere in grado di lottare da solo per ottenere quello che sogno, mi rendo conto di essere uno spettatore passivo della mia vita e questo non mi piace.
Spero che qualcuno mi possa aiutare, poichè da solo non credo che riuscirÚ mai a farcela...

In fondo non mi sembra di chiedere molto a questa vita, non voglio diventare ricco ne famoso, voglio solo andare a vivere in Giappone e trovare l'amore della mia vita.
MARIO APREA
Ultime riflessioni
Ultimi racconti
Ultimi diari di viaggio